La divisa dei Carabinieri, caratteristiche e distinzioni.

I militari dell'Arma dei Carabinieri sono tenuti al rispetto delle disposizioni contenute nella pubblicazione SMD-G-010 "REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE UNIFORMI", ed. 1994, ed indossano le uniformi elencate nel "REGOLAMENTO SULLE UNIFORMI PER L'ARMA DEI CARABINIERI", la cui ultima edizione è stata approvata nel febbraio 2010.

L'uniforme è l'insieme organico dei capi di vestiario, di equipaggiamento e di accessori aventi specifica denominazione indossati dal militare, sia per lo svolgimento del servizio, sia al di fuori di esso, quale elemento distintivo della propria condizione.

Le uniformi dell'Arma dei Carabinieri si suddividono in: ordinarie, di servizio, di rappresentanza (per marescialli, brigadieri, appuntati e carabinieri), G.U.I./G.U.E. (per ufficiali), di campagna, storiche e da cerimonia.

E' precluso l'uso di accessori non previsti dai citati testi regolamentari o comunque non autorizzati.

UNIFORME ORDINARIA

E' nera, sia nella versione invernale che estiva.

Si compone di una giacca ad un petto a quattro bottoni, quattro tasche a toppa con cannello centrale a chiusura a pattina con bottone, controspalline fermate da un bottone (tutti i bottoni dell'uniforme sono argentati).

I pantaloni sono di taglio classico, con le pinces e quattro tasche (la banda rossa è prevista fino al grado di maresciallo capo).

La camicia è bianca a due taschini.

Completano l'uniforme la cravatta nera, i guanti neri di pelle, le scarpe basse nere ed il berretto rigido con fregio dell'Arma (in metallo per appuntati e carabinieri, in plastica - o ricamato in filo - per tutti gli altri militari).

A seconda delle condizioni meteorologiche, l'uniforme può essere indossata con il cappotto impermeabile (o di panno castorino per gli ufficiali) e con la giacca a vento.

All'interno delle installazioni militari la giubba può essere tolta (in questo caso i gradi su fascetta tubolare si applicano alla camicia bianca) o sostituita con il maglione a "V".


SERVIZIO INVERNALE: stivaletti neri (stivaletti anfibi in occasione di riviste, parate o servizi d'onore), cinturone con spallaccio (per ufficiali se espressamente prescritto, sempre per marescialli e brigadieri capi) e bandoliera (per il rimanente personale).

SERVIZIO ESTIVA: camicia azzurra a maniche corte senza giubba, cinturone con spallaccio (per ufficiali se espressamente prescritto, sempre per marescialli e brigadieri capi) e bandoliera (per il rimanente personale).

UNIFORME OPERATIVA

E' di colore turchino con profilature rosse.

Si compone di: basco; giubba (con quattro tasche a toppa, controspalline fermate da un bottone e termofodera) e pantaloni; completo in pile blu (da utilizzare in alternativa al maglione); fazzoletto da collo blu con profilatura rossa; guanti in pelle nera con rinforzo; stivaletti anfibi neri operativi.

Per i soli battaglioni della organizzazione mobile, la predetta composizione base è integrata con alcuni particolari protettivi da utilizzare nei servizi di ordine pubblico. Della stessa uniforme, infine, è prevista una versione "particolare" per i militari del Gruppo Intervento Speciale, nonché una policroma per i seguenti reparti: I Reggimento CC Paracadutisti "Tuscania", Reggimento Carabinieri a Cavallo e Squadroni Eliportati CC Cacciatori.


UNIFORME FEMMINILI

Le uniformi adottate per il personale femminile si configurano sostanzialmente come un adattamento di quelle maschili.

Le varianti riguardano le abbottonature, la foggia delle giacche (senza tasche superiori), l'uso di gonne all'interno degli Uffici, fuori servizio o con le uniformi da cerimonia e le calzature.

Non sono state apportate varianti a tutti gli altri capi di vestiario/equipaggiamento già in uso al personale maschile.





Potrebbe anche interessarti:






60 visualizzazioni

Centro Studi Mida

La nostra mission è quella di fornire tutti gli strumenti necessari per affrontare e superare le Prove dei Concorsi Pubblici e Militari, e i testi d' ammissione universitari in tutta tranquillità, offrendo  formazione mirata in presenza e online, certificazioni informatiche e linguistiche.

Indirizzi e contatti

Sede: Palermo - Via Giovanni Campolo 92

Tel: 091 2760046

Cell: 351 5757161

E-mail: info@centrostudimida.it

Orari: Lun - Ven 9:30/13:00 e 15:30/19:00

            Sab 10:00/13:00

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Twitter Icon

Extra

Lavora con noi: se possiedi i requisiti per insegnare invia il tuo curriculum vitae a questo indirizzo

direzione@centrostudimida.it

Copyright © 2019 A.C.P.  - Via Giovanni Campolo, 92 - 90145 - Palermo

Centro Studi Mida - Property A.C.P. | P.IVA 06720030821

Contatti   -   Rassegna stampa   -   091 2760046

Centro Studi Mida
  • Popular_Social_Media-01-512
  • Popular_Social_Media-01-512
  • Popular_Social_Media-01-512
0