DIVENTARE MARESCIALLO DELL'ESERCITO ITALIANO

Abbiamo creato questa breve guida per fornire tutte le informazioni per entrare nella Scuola Sottufficiali dell’Esercito Italiano e diventare Maresciallo dell’ Esercito Italiano, una grandissima opportunità per i tantissimi giovani che, dopo il diploma, decidono di voler intraprendere la carriera militare.

 
 
 
concorso mida 2.png
concorsi accademia 2020.png
7000 VFP1.png

091 2760046

INFO

MARESCIALLO E.I.

Prima di addentrarci sulle modalità di accesso alla Scuola Sottufficiali dove vengono formati i Marescialli dell' Esercito Italiano ecco una breve panoramica su struttura, compiti e funzioni dell’Esercito Italiano.

L'Esercito Italiano (EI) è la componente terrestre delle Forze armate italiane, delle quali fa parte assieme alla Marina Militare, all'Aeronautica Militare e all'Arma dei Carabinieri, tutte dipendenti dal Capo di stato maggiore della difesa e inserite nel Ministero della difesa.

L'Esercito Italiano è organizzato secondo una struttura al vertice della quale si pone il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, cui risale la funzione di Comando della Forza Armata, oltre che la responsabilità per l'organizzazione e per l'approntamento delle Forze.

Armi, Corpi e Specialità dell'Esercito​

Armi, Corpi e Specialità dell'Esercito​

Armi dell'Esercito Italiano sono sei, mentre tra le specialità

attive la più antica è quella dei "granatieri", la più giovane

quella dei "lagunari":

  • Arma di Fanteria, con le seguenti specialità:

    • Granatieri

    • Bersaglieri

    • Alpini

    • Paracadutisti

    • Lagunari

  • Arma di Cavalleria, con le seguenti specialità:

    • Dragoni

    • Cavalleggeri

    • Lancieri

    • Carristi

  • Arma di Artiglieria, con le seguenti specialità:

    • Artiglieria terrestre

    • Artiglieria contraerei

  • Arma di Genio, con le seguenti specialità:

    • Pionieri

    • Pontieri

    • Ferrovieri

    • Guastatori

  • Arma delle Trasmissioni, con le seguenti specialità:

    • Telematica

    • Guerra Elettronica

  • Arma dei Trasporti e Materiali

L'Arma dei Carabinieri fu, fino al 2000, la prima Arma dell'Esercito, e successivamente fu elevata a rango di quarta forza armata italiana.

Corpi

I Corpi dell'Esercito Italiano sono i seguenti:

  • Corpo di Commissariato dell'Esercito Italiano

  • Corpo Sanitario dell'Esercito Italiano

  • Corpo degli Ingegneri dell'Esercito

Gradi e qualifiche

La gerarchia militare italiana è disciplinata dal d.lgs. 15 marzo 2010, in particolare sono previsti:

Ufficiali generali

  • Generale di corpo d'armata con incarichi speciali

  • Generale di corpo d'armata

  • Generale di divisione

  • Generale di brigata

Ufficiali superiori

  • Colonnello

  • Tenente colonnello

  • Maggiore

Ufficiali inferiori

  • Capitano

  • Tenente

  • Sottotenente

Ruolo Marescialli

  • Primo Luogotenente Qualifica Speciale

  • Luogotenente

  • Primo maresciallo

  • Maresciallo capo

  • Maresciallo ordinario

  • Maresciallo

Ruolo Sergenti

  • Sergente maggiore capo Qualifica Speciale

  • Sergente maggiore capo

  • Sergente maggiore

  • Sergente

Graduati

  • Caporal maggiore capo scelto Qualifica Speciale

  • Caporal maggiore capo scelto

  • Caporal maggiore capo

  • Caporal maggiore scelto

  • Primo caporal maggiore

Truppa

  • Caporal maggiore

  • Caporale

  • Soldato

REQUISITI E PROVE DEL CONCORSO

Requisiti

Per vestire la divisa dell’Esercito con il grado di Maresciallo ci sono due possibili alternative, rappresentate da due differenti concorsi di selezione: uno aperto a tutti i cittadini italiani (in possesso almeno di un diploma) e uno aperto al personale dell’Esercito Italiano.

Per partecipare ai concorsi, i candidati non in servizio devono possedere i seguenti requisiti generali:

a) essere cittadini italiani;

b) aver conseguito o essere in grado di conseguire al termine dell’anno scolastico del concorso bandito un diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale o quadriennale integrato dal corso annuale, previsto per l’ammissione ai corsi universitari.

c) godere dei diritti civili e politici;

d) aver compiuto il 17° anno di età e non aver superato il giorno di compimento del 26° anno di età. Coloro che hanno già prestato servizio militare obbligatorio o volontario possono partecipare al concorso se non hanno superato il giorno di compimento del 28° anno di età, qualunque grado rivestono;

e) essere riconosciuti in possesso dell’idoneità psico–fisica e attitudinale al servizio militare incondizionato per l’impiego negli incarichi relativi al grado nonché nelle categorie e specialità di assegnazione previste nel ruolo Marescialli delle Forze Armate. Tale idoneità sarà verificata nell’ambito dell’accertamento dell’idoneità psico–fisica e attitudinale e delle prove di verifica dell’efficienza fisica;

f) avere, se minorenni, il consenso dei genitori o del genitore esercente la potestà o del tutore a contrarre l’arruolamento volontario nelle Forze Armate;

g) non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una Pubblica Amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze di Pubbliche Amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare, ovvero prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze Armate o di Polizia, a esclusione dei proscioglimenti per inidoneità psico–fisica;

h) non essere stati condannati per delitti non colposi, anche con sentenza di applicazione della pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, ovvero non essere in atto imputati in procedimenti penali per delitti non colposi;

i) non essere sottoposti a misure di prevenzione;

l) aver tenuto condotta incensurabile;

m) non aver tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato;

n) aver riportato esito negativo agli accertamenti diagnostici per l’abuso di alcool, per l’uso, anche saltuario od occasionale, di sostanze stupefacenti, nonché per l’utilizzo di sostanze psicotrope a scopo non terapeutico. Tale requisito verrà verificato nell’ambito dell’accertamento dell’idoneità psico–fisica.

I militari in servizio per partecipare al concorso, oltre a possedere i requisiti indicati al precedente comma 1, devono:

a) non aver superato il giorno di compimento del 28° anno di età;

b) non aver riportato sanzioni disciplinari più gravi della consegna nell’ultimo biennio o nel periodo di servizio prestato se inferiore a due anni;

c) non aver riportato sanzioni disciplinari di stato nell’ultimo quinquennio o nel periodo di servizio prestato se inferiore a cinque anni;

Prove

Il concorso per diventare Allievo Maresciallo delle Esercito Italiano prevede l’espletamento delle seguenti fasi:

a) prova per la verifica delle qualità culturali e intellettive;

b) prova per la verifica della conoscenza della lingua inglese;

c) prove di verifica dell’efficienza fisica;

d) accertamento dell’idoneità psico–fisica;

e) accertamento dell’idoneità attitudinale;

f) tirocinio;

g) valutazione dei titoli di merito

PROVA PER LA VERIFICA DELLE QUALITÀ CULTURALI E INTELLETTIVE

La prova consisterà nella somministrazione di un questionario composto da 100 quesiti a risposta multipla volti ad accertare il grado di conoscenza della lingua italiana (50% dei quesiti) anche sul piano ortogrammaticale e sintattico, la conoscenza di argomenti di attualità, di cittadinanza e costituzione, di storia, di geografia e di logica matematica (aritmetica, algebra e geometria). La prova avrà luogo presso il Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito (CSRNE) di Foligno (PG). Il punteggio massimo che la Commissione potrà assegnare a ogni candidato è di 70 punti, attribuendo 0,7 punti per ogni risposta esatta e 0 punti per ogni risposta non data, multipla o errata; il candidato che conseguirà un punteggio inferiore a 30 punti sarà giudicato inidoneo.

PROVA PER LA VERIFICA DELLA CONOSCENZA DELLA LINGUA INGLESE

I concorrenti che hanno portato a termine la prova scritta per la verifica delle qualità culturali e intellettive saranno sottoposti all’accertamento della conoscenza della lingua inglese che si terrà il medesimo giorno. La prova, la cui durata sarà fissata dalla Commissione esaminatrice e comunicata ai concorrenti prima dell’inizio della prova stessa, consisterà nella somministrazione di 30 quesiti a risposta multipla. Al termine della prova sarà assegnata una votazione calcolata attribuendo 0,5 punti per ogni risposta esatta e 0 punti per ogni risposta non data, multipla o errata. Il punteggio conseguito nella predetta prova verrà portato in aumento al punteggio conseguito nella prova per la verifica delle qualità culturali e intellettive.

PROVE DI VERIFICA DELL’EFFICIENZA FISICA

Le prove di efficienza fisica consisteranno nell’esecuzione di esercizi obbligatori e facoltativi. Il mancato raggiungimento dei parametri di seguito indicati anche in uno solo degli esercizi obbligatori, determinerà il giudizio di inidoneità e, quindi, l’esclusione dal concorso, mentre il superamento di tali esercizi determinerà il giudizio d’idoneità con attribuzione di eventuale punteggio incrementale. Il superamento degli esercizi facoltativi darà luogo all’attribuzione di un punteggio incrementale, mentre il mancato raggiungimento dei parametri di idoneità in tali esercizi non inciderà sulla già conseguita idoneità al termine degli esercizi obbligatori.

CONTATTACI

CHIAMACI

FISSA UN APPUNTAMENTO

 

ACCERTAMENTO DELL’IDONEITA’ PSICO–FISICA

I concorrenti idonei ammessi all’accertamento dell’idoneità psico–fisica, previa sottoscrizione della dichiarazione di consenso informato all’effettuazione del protocollo diagnostico e di informazione sul protocollo vaccinale previsto per il personale militare secondo il modello rinvenibile tra gli Allegati al bando, saranno sottoposti a cura della competente Commissione ad accertamenti sanitari volti al riconoscimento del possesso dell’idoneità psico–fisica al servizio militare incondizionato quale Allievo Maresciallo dell’Esercito.

ACCERTAMENTO DELL’IDONEITA’ ATTITUDINALE

All’accertamento dell’idoneità attitudinale saranno ammessi i candidati giudicati idonei all’accertamento dell’idoneità psico–fisica e, con riserva, coloro riconosciuti nelle condizioni di cui all’art. 12, comma 3 del bando. Gli ammessi saranno sottoposti a cura della competente Commissione all’accertamento dell’idoneità attitudinale tenendo conto degli esiti del colloquio psicoattitudinale integrato e dei relativi test e questionario informativo. Detto accertamento, inteso a valutare le qualità attitudinali e caratteriologiche necessarie all’arruolamento in qualità di Allievo Maresciallo dell’Esercito, sarà svolto secondo le modalità indicate nella relativa Direttiva tecnica dello Stato Maggiore dell’Esercito. Al termine dell’accertamento dell’idoneità attitudinale la preposta Commissione esprimerà un giudizio di idoneità o di inidoneità. Tale giudizio, comunicato seduta stante agli interessati, è definitivo e non comporta attribuzione di punteggio.

TIROCINIO

I frequentatori saranno sottoposti, a cura della Commissione esaminatrice, a prove e accertamenti per essere valutati nelle seguenti aree e secondo le modalità indicate nelle tabelle di seguito riportate: - capacità e resistenza fisica (CRF); - rilevamento comportamentale (RC); - rendimento nelle istruzioni pratiche (IP); - idoneità ad affrontare le attività scolastiche (IAAS). Il voto in ciascuna delle sopracitate aree sarà attribuito secondo le modalità e i criteri che saranno fissati, in sede di riunione preliminare, dalla citata Commissione incaricata della valutazione del rendimento globale (RG) al termine del tirocinio. Il tirocinio si intenderà superato soltanto dai concorrenti che al termine dello stesso conseguiranno un punteggio di almeno 18/30 nel rendimento globale, fermo restando che saranno giudicati idonei solo i concorrenti che avranno riportato in ciascuna area un punteggio non inferiore a 18/30.

VALUTAZIONE DEI TITOLI DI MERITO

E' onere dei concorrenti fornire informazioni dettagliate su ciascuno dei titoli posseduti ai fini della loro corretta valutazione da parte della Commissione esaminatrice. A tale fine, saranno presi in considerazione esclusivamente i titoli: - dichiarati nella domanda di partecipazione; - posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande; - documentati, all’atto della presentazione presso il Centro di Selezione per sostenere le prove di verifica dell’efficienza fisica e l’accertamento dell’idoneità psico–fisica e attitudinale

LA SCUOLA SOTTUFFICIALI DELL’ESERCITO ITALIANO

La Scuola Sottufficiali dell'Esercito ha sede a Viterbo, Str. Cassia Cimina n° 4, 01100 Viterbo.

L’obiettivo primario che lo Stato Maggiore dell’Esercito ha affidato alla Scuola Sottufficiali dell’Esercito è quello di formare Marescialli Comandanti di plotone e Marescialli qualificati Infermieri Professionali che posseggano un’adeguata preparazione tecnico - professionale ed un bagaglio culturale appropriato al ruolo.

L’iter formativo si concretizza coniugando una didattica di livello universitario – assicurata dalla stretta collaborazione con le Università degli Studi della Tuscia a Viterbo (per il ciclo di studi di “Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali” – per il personale assegnato alla specializzazione Comando) e di Tor Vergata a Roma (per il ciclo di studi di “Infermieristica” – per il personale assegnato alla specializzazione Sanità), che mettono a disposizione un qualificato Corpo Docente – con un impegnativo programma di attività militari, teoriche e pratiche, svolte in sede, presso le Scuole d’Arma e Specialità dell’Esercito ed in aree e strutture militari sul territorio nazionale.

Questo complesso percorso di studi e di attività pratiche permette all’Allievo di conseguire il grado di “Maresciallo” al termine del secondo anno di corso e la laurea di 1° livello in “Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali” o in “Infermieristica” al termine del terzo/quarto anno.

All’avanguardia nel campo delle metodologie didattico - formative, la Scuola conferisce agli Allievi Marescialli:

  • conoscenze e capacità necessarie ad assolvere la funzione di Comandante di squadra e di plotone e di istruttore di uomini;

  • corretta “forma” militare;

  • condizione fisica adeguata;

  • conoscenza generale delle caratteristiche, dei compiti, delle procedure e delle modalità d’impiego delle unità fino a livello reggimento;

  • capacità d’impiego dei sistemi d’arma e degli equipaggiamenti in dotazione;

  • capacità di operare adeguatamente in ambiente montano;

  • conoscenza della lingua inglese (acquisizione di un livello JFLT pari a L2,R2,W2,S2);

  • abilitazione al lancio con il paracadute (con la tecnica della “fune di vincolo”);

  • qualifica di pattugliatore scelto;

  • abilitazione alla guida degli autoveicoli militari;

  • qualifica di istruttore/aiuto istruttore militare di educazione fisica.

 

Le attività militari, teoriche e pratiche, si sviluppano in maniera progressiva e costante nell’arco del triennio di corso: dalle nozioni basilari a livello individuale, fino al raggiungimento delle capacità d’impiego di unità a livello plotone nelle diverse situazioni operative. Per lo svolgimento di questo intenso programma, la Scuola utilizza i poligoni addestrativi situati nel Lazio e in altre regioni del territorio nazionale e dispone di moderni ausili didattici, aule e simulatori di tiro e attrezzature di ardimento necessarie per l’addestramento e la valutazione degli Allievi.


Durante il 1° anno di corso vengono, inoltre, svolti il “corso di paracadutismo” ed un “Campo addestrativo” di 4 settimane, per perfezionare, mediante un ciclo di esercitazioni in bianco e a fuoco le capacità degli Allievi ad operare, quali Leader, in Unità Elementari dell’Arma Base fino a livello squadra.
L’attività del 2° anno - è destinata allo svolgimento del modulo universitario, al perfezionamento della conoscenza della lingua inglese mediante lo svolgimento di un corso intensivo della durata di tre mesi ed allo svolgimento di specifici corsi di qualificazione in attività operative particolari – Operazioni di Risposta alle Crisi, Combattimento nei centri abitati, Corso di pattugliatore scelto e un “Campo addestrativo” di 4 settimane, per perfezionare, mediante un ciclo di esercitazioni in bianco e a fuoco le capacità degli Allievi ad operare, quali Leader, in Unità Elementari dell’Arma Base a livello plotone. Al termine del 2° anno è previsto l’esame di immissione in ruolo e conseguimento del grado di Maresciallo
L’attività del 3° anno - è svolta fino a dicembre presso la SSE per lo svolgimento dell’ultimo modulo universitario e a partire dal mese di gennaio l’iter prevede l’assegnazione presso le Scuole d’Arma e Specialità dell’Esercito al fine di acquisire l’idoneità al Comando del plotone dell’Arma/Specialità/Corpo di assegnazione (Fanteria, Cavalleria, Artiglieria, Genio, Trasmissioni, Trasporti e Materiali). Prima di essere assegnati ai Reparti, i Marescialli saranno convocati presso la SSE per la consegna delle Lauree.

 

Gli esami finali consisteranno in prove volte ad accertare negli Allievi il possesso delle capacità di base per compiere compiti di formazione e di indirizzo del personale subordinato, della piena corrispondenza ai doveri e alle responsabilità connessi all’esercizio delle funzioni attribuite al personale appartenente al ruolo Marescialli. Dopo il superamento degli esami finali, gli Allievi saranno nominati, sulla base della graduatoria di merito di fine corso, Marescialli in servizio permanente con decorrenza giuridica dal giorno successivo alla data in cui hanno avuto termine gli esami finali e saranno ammessi alla frequenza del corso di perfezionamento.

IL CORSO DI PREPARAZIONE ALLE PROVE

Il percorso di Preparazione al Concorso per il concorso Allievo Maresciallo delle Esercito Italiano è organizzato in base alle proprie esigenze, inserendosi nel piano didattico in qualsiasi fase di svolgimento del concorso grazie alla consulenza personalizzata svolta dai nostri responsabili di sede. I corsi hanno una durata da sei mesi a un anno dal momento in cui il candidato si iscrive. Compila il Form e richiedi informazioni.

Centro Studi Mida

La nostra mission è quella di fornire tutti gli strumenti necessari per affrontare e superare le Prove dei Concorsi Pubblici e Militari, e i testi d' ammissione universitari in tutta tranquillità, offrendo  formazione mirata in presenza e online, certificazioni informatiche e linguistiche.

Indirizzi e contatti

Sede: Palermo - Via Giovanni Campolo 92

Tel: 091 2760046

Cell: 351 5757161

E-mail: info@centrostudimida.it

Orari: Lun - Ven 9:30/13:00 e 15:30/19:00

            Sab 10:00/13:00

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Twitter Icon

Extra

Lavora con noi: se possiedi i requisiti per insegnare invia il tuo curriculum vitae a questo indirizzo

direzione@centrostudimida.it

Copyright © 2019 A.C.P.  - Via Giovanni Campolo, 92 - 90145 - Palermo

Centro Studi Mida - Property A.C.P. | P.IVA 06720030821

Contatti   -   Rassegna stampa   -   091 2760046

Centro Studi Mida
  • Popular_Social_Media-01-512
  • Popular_Social_Media-01-512
  • Popular_Social_Media-01-512
0